mercoledì 29 giugno 2011

FANCULO ANCHE A TE!

Che cazzo di mattinata.
Il mio capo mi chiama appena entrato in ufficio.
Umore nero che più nero non si può... azzardo una battuta - come faccio di solito con lui - e mi fredda immediatamente.

- Senti, guarda che non è mattina.

Non mi faccio scoraggiare

- No? Bè nemmeno per me.
- Ma per me è più grave, perchè io sono il capo, tu sei al lavoro quindi silenzio.
- Bene, quand'è così tornerò quando saremo entrambi di umore migliore.

Mi alzo in tutti i miei splendidi 15 cm di zeppe ed esco dal suo ufficio con sussiego.

Attendo la lettera di licenziamento a minuti.
Che si fotta.






8 commenti:

  1. licenziata in tronco per verità molesta

    RispondiElimina
  2. ocacchio! proprio una giornatina!

    RispondiElimina
  3. utente anonimo29 giugno 2011 04:17

    tutti quelli che passano il loro tempo sui blog meritano di essere licenziati

    RispondiElimina
  4. concordo col commento 3

    mi piacerebbe anche sapere da chi proviene..................

    RispondiElimina
  5. Ti stimo: hai fatto benissimo!
    E, se il tuo capo ha un minimo di neuroni attivi, questo lo ha capito anche lui...

    RispondiElimina
  6. E' andata che il giorno dopo mi ha convotata nuovamente nel suo ufficio, e invece che parlare di lavoro si è messo su you tube e mi ha fatto ascoltare un duetto Mina-Battisti.

    vai a capire................... :)

    RispondiElimina